slider
slider

Escursionismo e sport avventura Lago di Garda

Arrampicata, escursionismo e sport avventuraAbbiamo raggruppato queste varie discipline perché sono tutte accomunate dall'ambiente naturale alpino o subalpino in cui si praticano e perché, grazie alla mitezza del clima, sul Garda si possono praticare tutto l'anno. Certo le differenze sono molte: l'escursionismo è il modo più tranquillo per scoprire in maniera salutare la natura, mentre le vie attrezzate e le ferrate sono un modo avvincente di avvicinarsi alla montagna.

Per l'escursionismo, come per altri sport attivi, il Garda offre un' infinità di scelte. Il massiccio del Monte Baldo (2218 mt.) definito da botanici e naturalisti "Hortus Europae", Giardino d'Europa, il Tremalzo, le cime del Parco Alto Garda Bresciano con il monte Pizzocolo e il Denervo sono solo alcune delle tappe più frequentate. Così come suggestive sono le tranquille passeggiate nelle colline della Valtenesi, dell'Alto Mantovano o nel Parco Naturale del Mincio.

Una particolare attenzione meritano le numerose vie attrezzate e le ferrate. Sulle montagne del bacino del Garda sono almeno una quindicina, facili e difficili, e qui ve ne ricordiamo alcune delle più conosciute e significative.
Quella più a sud è una breve ma difficile ferrata (100 mt. ma completamente in verticale) attraverso la quale si può arrivare al Rifugio Pirlo sul Monte Spino, nei territori di Gardone Riviera e Toscolano-Maderno. Nel massiccio del Tremalzo, al confine tra il Parco Alto Garda bresciano, il Garda trentino e la Valle di Ledro, c'è Cima Capi (927 mt.) sulla quale vi sono due brevi e facili sentieri attrezzati: F. Susatti (100 mt.) e M. Foletti (100 mt.). Non distante, sopra Riva troviamo la difficile via ferrata del Centenario SAT "Via dell'Amicizia" (600 mt. a tratti verticali) sulla Cima Sat (1250 mt.). Proseguendo verso nord troviamo il breve (100 mt.) e facile sentiero attrezzato del Monte Colodri (350 mt.) sopra il paese di Arco e, ancora più su, sopra Sarche di Calavino la bellissima e difficilissima ferrata Rino Pisetta (300 mt. verticali con molti passaggi in arrampicata) al Piccolo Dain (967 mt).

Anche il Monte Baldo offre alcuni percorsi attrezzati; dal corto (100 mt) e facile sentiero Corne di Bes o "Sentiero delle Vipere" che partendo da S. Valentino porta al giardino botanico di Corna Piana, alla più difficile ferrata Gerardo Sega (300 mt a tratti verticale) da Avio alla "Madonna della Neve" (1020 mt).

Da non dimenticare le attività invernali e le più impegnative attività alpinistiche che è possibile praticare, da dicembre a marzo, sui monti e nelle valli più fredde del Garda: salite alpinistiche su roccia e percorsi misti; scialpinismo ed escursionismo con racchette da neve, arrampicata su cascate di ghiaccio!

Il torrentismo è l'ultima novità in fatto di avventura; i fiumi si trovano nell'entroterra della zona bresciana (Toscolano Maderno, Tignale, Tremosine e Campione nel territorio del Parco Alto Garda Bresciano) e in quella trentina (Riva del Garda e nella valle del lago di Ledro), ma qualche bel fiume si trova anche sul Monte Baldo, nelle vicinanze di S. Zeno di Montagna e di Brentino Belluno.

Da ricordare infine il volo libero, uno sport bellissimo riservato ai più temerari. Un appassionante tuffo dall'azzurro del cielo al blu delle limpide acque del Garda. Le piste di lancio sono le cime più alte del Garda come il Monte Baldo, il Pizzocolo o il Tremalzo; punti di atterraggio verso il Trentino oppure vicinissimi alle rive del lago. Negli Uffici Informazioni potrete trovare indicazioni e consigli più particolareggiati su tutti questi sport.

Vedi tutti i parchi avventura sul Lago di Garda

Vedi tutte le scuole e le attività sportive sul Lago di Garda

 

counter