slider
slider
 Home  /  Cosa fare  /  Enogastronomia  /  I vini

I vini del Garda

GARDA SETTENTRIONALE

Chardonnay
Lo “Chardonnay” è un vino bianco ottenuto dalle uve dell’omonimo vitigno; ha colore giallo paglierino, odore delicato, gradevole, caratteristico, fine e fruttato; ha sapore secco, liscio, invitante e piacevolmente armonico. Eccellente come aperitivo è indicato anche per antipasti e pesce. È un vino che, se consumato giovane, permette di apprezzare al massimo il profumo esaltato dall’acidità. Va gustato fresco, ad una temperatura di 10 gradi e va stappato al momento.

Nosiola
Il “Nosiola” si ottiene dall’omonimo vitigno. È vino di colore giallo paglierino con riflessi verdolini; ha profumo vinoso, delicato, caratteristico, leggermente aromatico ed un gusto asciutto, sapido, secco, piacevolmente fresco, fruttato e armonico. È un ottimo vino da aperitivo ma si sposa assai bene con minestre leggere e pesci delicati d’acqua dolce. Va gustato alla temperatura di 8-10 gradi.

Müller Thurgau
Il “Müller Thurgau” è un vino ottenuto dall’omonimo vitigno a frutto bianco ricavato dall’incrocio del Riesling renano con il Sylvaner verde. È un vino di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli dal profumo netto, intenso e aromatico, leggermente fruttato. Leggero di corpo, ha un gusto sottile, secco e nervoso, sostenuto nell’acidità che ne stimola la persistenza. La sua vena acidula e gradevolmente aromatica accompagna perfettamente sia i piatti di pesce della grande cucina che le semplici cotture in umido di pesci d’acqua dolce. Perfetto con gli “strangolapreti al burro e salvia”, piatto tipicamente trentino, e generalmente con tutti i piatti aromatizzati alle erbe. È indicato anche per le minestre e per i piatti a base di uova. Va gustato fresco a 10-11 gradi e stappato al momento.

Pinot bianco
Il “Pinot bianco” è un vino che proviene dal vitigno omonimo; ha colore giallo paglierino, verdognolo da giovane, giallo dorato se invecchiato. Ha profumo etereo, delicato, tipico, con sentore di mandorla; ha sapore secco ed aromatico con gradevole retrogusto amarognolo. È ottimo come aperitivo e si abbina ottimamente agli antipasti ed ai piatti leggeri di pesce. Da gustare alla temperatura di 10Þ. Il Pinot bianco può anche essere spumantizzato; ha profumo molto delicato, sapore secco, ricco di acidità e perlage sottile e persistente. Si gusta ad una temperatura di 6-8 gradi.

MEDIO LAGO ORIENTALE

Consorzio Tutela Vino  BardolinoBardolino
Il “Bardolino” si ottiene dai vitigni Corvina Veronese, Rondinella, Molinara e Negrara con l’eventuale aggiunta di uve provenienti da altri vitigni della zona. È un vino rosso rubino, tendente a volte al cerasuolo che si trasforma in granato con l’invecchiamento; ha odore vinoso con un leggero profumo delicato ed un sapore asciutto, sapido, leggermente amarognolo, armonico, sottile, talvolta un poco frizzante. Alla denominazione di “Bardolino” si aggiunge quella di “Classico” quando il vino è stato prodotto con uve provenienti dalla zona originaria più antica (che comprende in tutto o in parte i territori dei comuni di Bardolino, Garda, Lazise, Affi, Cavaion e Costermano) e la denominazione di “Superiore” quando abbia subìto almeno un anno di invecchiamento. È un vino a tutto pasto che predilige le carni leggere e gli arrosti di cacciagione; va servito alla temperatura di 15-18 gradi.

Bardolino Chiaretto
Il “Bardolino Chiaretto” è la versione “in rosa” del Bardolino e si ottiene con la vinificazione in bianco delle stesse uve con una minima macerazione delle bucce che contribuisce ad intensificare i profumi in bouquet gradevolissimo. Il “Chiaretto” è un vino per qualsiasi ora e va gustato giovane e fresco, alla temperatura di 12-14 gradi ma è particolarmente indicato con antipasti, minestre, piatti di mezzo e piatti leggeri oltre che come aperitivo; ottimo con il pesce di lago.

Bardolino Novello
Il “Bardolino Novello”, prodotto con le stesse uve del Bardolino, è vino dal colore rosso rubino e dal profumo fragrante, intenso, fruttato; ha sapore sapido, armonico, leggermente acidulo e talvolta leggermente frizzante. È indicato con i piatti di mezzo, sapidi e decisi e va servito ad una temperatura di 14-16 gradi.

Bardolino Chiaretto Spumante
Il “Bardolino Chiaretto Spumante” che si ottiene dalla spumantizzazione del “Chiaretto” si presenta con le seguenti caratteristiche: spuma sottile con grana fine e persistente, colore rosa, odore vinoso con leggero profumo delicato; sapore secco e sapido. Da degustare ben fresco.

VALTENESI

Consorzio del Garda ClassicoGarda Classico Rosso e Rosso Superiore
Il “Garda Classico Rosso” e “Rosso Superiore” sono frutto della vinificazione di uve dei vitigni Groppello, Sangiovese, Marzemino e Barbera e raggiungono una gradazione alcolica non inferiore ai 12°; viene qualificato ‘superiore’ il vino che abbia almeno un anno di maturazione. Colore rosso rubino intenso e brillante, svela all’olfatto il caratteristico profumo vinoso che mantiene note delicate ma persistenti. Il gusto sapido, cela un fondo piacevolmente amarognolo. L’invecchiamento conferisce agli intensi toni rosso rubino del Superiore sfumature tendenti al granato, un profumo fragrante e un sapore asciutto, divenuto più severo e rotondo. Il Rosso è ottimo negli abbinamenti con piatti a base di carni rosse, arrosti e umidi, selvaggina da piuma e formaggi stagionati; e ancora brasati, grigliate miste e selvaggina da pelo con il Rosso Superiore. Va servito intorno ai 16-17 gradi di temperatura il Garda Classico Rosso; a tre gradi in più, il Superiore.

Garda Classico Chiaretto
Il “Garda Classico Chiaretto” si ottiene mediante il particolare procedimento della “vinificazione in bianco” partendo dallo stesso uvaggio di base del Garda Rosso. La vinificazione in bianco prevede un breve contatto con le parti solide del grappolo con successiva e immediata separazione del mosto in fermentazione. Se ne ricava un vino delicato in ogni suo aspetto: dal colore rosa con riflessi violetti, al gradevole bouquet, fino al sapore morbido, deciso, sapido quasi salato con note che riportano alla mente la mandorla. È un vino che si accosta amabilmente a piatti leggeri, non troppo elaborati, ad antipasti, verdure, pesce di lago e carni bianche; da gustare entro l’anno successivo alla produzione, fresco intorno ai 12-13 gradi.

Garda Classico Groppello
Il “Garda Classico Groppello” è ottenuto da un uvaggio proveniente per l’85% dall’omonimo vitigno. È un vino dal colore rosso brillante, con profumo delicatamente fruttato che offre al gusto un sapore asciutto, sapido, strutturato ma gentile, grazie soprattutto ad un breve processo di affinamento. Si sposa ottimamente con carni rosse, arrosti, salumi e formaggi freschi o stagionati, purchè non particolarmente saporiti. la temperatura ideale per degustarlo è intorno ai 18 gradi.

Garda Classico Novello
Il “Garda Classico Novello” è prodotto con lo stesso uvaggio del Rosso attraverso il metodo della macerazione carbonica che consiste nell’immissione dei grappoli integri, immediatamente dopo la vendemmia, in appositi contenitori, privi di ossigeno e in presenza di anidride carbonica. È un vino giovane, rosso, dalle tonalità intense con un inconfondibile bouquet fruttato ed un sapore fresco di immediato riconoscimento. Proprio per la sua spumeggiante giovinezza è vino molto versatile: accompagna piatti saporiti a base di carne, formaggi di media stagionatura e salumi. Ottimo con le caldarroste. Da degustare ad una temperatura tra i 16º ed i 18 gradi.

Garda Classico spumante Rosé
Il “Garda Classico spumante Rosé” è ottenuto dal medesimo uvaggio che origina il Rosso attraverso i metodi di rifermentazione naturale e viene proposto nei tipi brut ed extra brut. Il breve contatto delle bucce durante la fermentazione ne provoca il colore rosato caratteristico che prelude ad un profumo fruttato intenso e fresco e ad un sapore deciso e vivace con un bouquet vario in cui emerge, fra le altre, la nota della mandorla, enfatizzato dal ricco perlage. Ottimo per aperitivi e cibi leggeri, alla temperatura di 6º-7 gradi.

Garda Classico Bianco
Il “Garda Classico Bianco” è ottenuto con uve di Riesling renano e Riesling italico e la tecnologia che porta all’ottenimento di questo vino è orientata a mantenere il massimo degli aromi primari e della giovanile fragranza. All’occhio si presenta trasparente e lucido, paglierino nella tonalità. Il profumo richiama toni floreali. Al gusto è secco, fresco ed attraente e si abbina al pesce di lago, ai crostacei, ai frutti di mare, ai piatti di riso ed agli sformati di verdura. Va gustato alla temperatura di 8-10 gradi.

COLLI STORICI

Consorzio del LuganaLugana
Il “Lugana” è prodotto con un 90% di uve di Trebbiano. La tonalità delle sue colorazioni va dal brillante tipico paglierino ad accennate sfumature verdognole che raggiungono riflessi dorati con l’invecchiamento. Il profumo, subito riconoscibile per la delicatezza di note ben armonizzate tra loro, anticipa il gusto inconfondibilmente secco, asciutto, vivace. È un vino adatto come aperitivo, ottimo per gli antipasti e con portate a base di pesce. Va degustato alla temperatura di 8-10 gradi.

Lugana spumante
Il “Lugana spumante” nasce dal Lugana tranquillo attraverso un procedimento di spumantizzazione effettuato sia secondo il metodo “charmat” che con il metodo classico. Il “Lugana spumante” è vino di colore paglierino e perlage vivace e consistente, profumo fresco e intenso e dal gusto asciutto in cui si riscontra l’armonia del vino bianco tranquillo da cui deriva. Si abbina con gli aperitivi, i piatti delicati e portate a base di pesce. Va degustato freddo fra i 6 e i 7 gradi.

San Martino della Battaglia
Il “San Martino della Battaglia” è un vino prodotto esclusivamente con uve di Tocai friulano. Vino tipico per la sua morbidezza e la bassa acidità, dal colore paglierino con sfumature gialle a volte intense e dal profumo molto marcato. Al gusto si presenta fresco e asciutto, leggermente aromatico, armonico, generoso, poco acidulo, sapido, con retrogusto di mandorla amara. E’particolarmente indicato come aperitivo, con antipasti, piatti a base di pesce e generalmente con pietanze leggere e delicate; da gustarsi alla temperatura di 8-10 gradi.

San Martino della Battaglia liquoroso
Il “San Martino della Battaglia liquoroso” riscopre un’antica tradizione locale ed è prodotto da uve di Tocai friulano. La vinificazione richiede una particolare cura nell’elaborazione fermentativa e nel successivo affinamento che ha una durata minima di sei-otto mesi. Il “San Martino della Battaglia liquoroso” è vino dal caldo colore dorato e un profumo ampio in cui sono enfatizzati i toni floreali insieme a note intense di frutti maturi e un gusto morbido, pieno e corposo, con gradazione alcolica intorno ai 16 gradi.

Consorzio Garda Colli MantovaniGarda Colli Mantovani Bianco
Il “Garda Colli Mantovani Bianco” proviene da vitigni di Trebbiano giallo, Trebbiano toscano, Garganega, Trebbiano nostrano e Pinot bianco. E’ un vino secco, di colore giallo paglierino, con riflessi citrini; ha profumo tenue e delicato, di giusta persistenza, caratteristico di rosa e mela. Il sapore è asciutto, sapido, armonico, vellutato. Come tutti i vini bianchi secchi va bevuto giovane. Ottimo come aperitivo, si abbina sia all’antipasto all’italiana che con piatti di pesce, carni bianche e minestre leggere. Va servito freddo a 8-10 gradi.

Garda Colli Mantovani Chiaretto
Il “Garda Colli Mantovani Chiaretto” è vino prodotto con uve Rondinella, Merlot, Rossanella; ha colore rosato tenue ed un profumo delicato, gradevole, di agrumi con prevalenza di cedro; il suo sapore è morbido, fresco, con sentore di mandorla, fruttato. Si associa facilmente ad antipasti di carne, a minestre delicate, a bolliti di manzo e pollo, a zuppe di pesce leggere. Va degustato alla temperatura di 12-14 gradi.

Garda Colli Mantovani Rubino
Il “Garda Colli Mantovani Rubino” è prodotto da uve Rondinella Merlot, Rossanella, ha colore rosso rubino, tendente al cerasuolo con la maturazione; il profumo è delicato, vinoso gradevole di viola e lampone; il sapore è asciutto, armonico con un lieve fondo amarognolo. Particolarmente indicato con le carni rosse, i salumi crudi, le minestre anche robuste, gli arrosti, gli stufati, il pesce d’acqua dolce fritto, è superbo accompagnamento ai tortellini con la zucca alla mantovana. Si degusta a temperatura ambiente.

Consorzio Vino bianco di CustozaBianco di Custoza
Il “Bianco di Custoza” si ottiene dalle uve di Trebbiano, Garganega, Tocai, Cortese, Malvasia, Riesling italico, Pinot bianco e Chardonnay; ha colore giallo paglierino e presenta riflessi dorati con sfumature di gusto ricche e morbide, un profumo intenso, vinoso con note aromatiche ed un sapore sapido, morbido, delicato. Può essere definito un vino a tutto pasto ma si abbina particolarmente con gli antipasti, i primi, i bolliti, il pesce, le grigliate e le carni arrosto. Nella versione spumantizzata è ottimo con il dolce e la piccola pasticceria. Va servito fresco a 8-10 gradi.

counter